/Giovanni Capriotti: incontro con l’autore
Giovanni Capriotti presenta The Heweaters , ultimo progetto a cui sta lavorando, durante l'incontro gratuito organizzato da Associazione Aurea, scuola di fotografia, per i propri soci.

Giovanni Capriotti: incontro con l’autore

Il 17 luglio Aurea invita i propri soci a un aperitivo al gusto di fotografia: un incontro di conversazioni, un momento di scambio, condivisione con il fotografo Giovanni Capriotti, vincitore del World Press Photo 2017 e altri premi internazionali.

La colonizzazione disumanizza l’uomo, persino il piu’ civilizzato…. (Aimé Césaire)

Associazione Aurea è lieta di organizzare ancora una volta nella propria sede un incontro per parlare di fotografia, in particolar modo di reportage, con il fotografo Giovanni Capriotti. Un incontro che vuole essere di dialoghi e conversazioni di fotografia con l’autore: cosa spinge il fotografo a scoprire e farsi tutt’uno con il progetto di cui sceglie di occuparsi.

Come nasce il processo creativo, la fase di ricerca tra i temi, lo sviluppo dell’idea fino alla trasposizione in fotografia della stessa mirando al messaggio finale e come quest’ultimo arriva, viene percepito e quale è il suo fine ultimo all’interno della società, la sua funzione.
Queste le domande a cui Giovanni risponderà con i suoi racconti e con la presentazione del suo ultimo lavoro “The Haweaters“. Un progetto a cui sta lavorando, che è ancora in divenire, ma che nella sua mente è già ricco di particolare significato, lo stesso che lo ha spinto a raccontarlo: motivazioni che condividerà con noi il 17 Luglio.

Giovanni Capriotti – The Haweaters: il progetto

HaweatersMangia bacche” è il soprannome attribuito dai nativi alla popolazione canadese di Manitoulin, l’isola ld’acqua dolce piu’ grande del mondo situata nel lago Huron. Il folclore locale narra come i nativi accolsero i coloni europei in queste terre impervie e fredde, dando loro da mangiare le bacche per combattere lo scorbuto. Di contro i coloni portarono tutta una serie di malattie e guerre sanguinose che decimarono la popolazione locale, per cui Manitoulin rimase disabitata per circa 150 anni. La popolazione indigena torno’ alle proprie terre nel 1812 e dal 1836 accettarono un trattato dalle conseguenze disastrose per la loro popolazione.

Attualmente Manitoulin è una delle poche situazioni in Canada, che vede popolazione indigena e Canadese vivere gomito a gomito. Delle 15.000 persone censite circa il 39% è indigeno

“Nonostante la tanto decantata multiculturalità della società Canadese, le divisioni esistono e sono tangibili specialmente quando si convive su un fazzoletto di terra i cui confini sono delimitati da uno dei laghi più grandi del pianeta. Un dubbio accordo per la cessione delle terre e i collegi cattolici in cui molti bambini nativi furono deportati dopo essere stati strappati alle loro famiglie, rappresentano la pesante eredità di una storia troppo recente per poter essere volutamente ignorata dalla maggioranza della popolazione canadese, con la complicità di un sistema che per anni ha evitato di parlare della sua vero passato coloniale”

Il soprannome “Mangia Bacche” è divenuto il simbolo di Manitoulin e un potente strumento di marketing per tutta la parte dell’isola con antenati europei, ma, allo stesso tempo, anche un chiarissimo esempio di appropriazione culturale e colonialismo mai sopito.

Giovanni Capriotti presenterà il suo nuovo progetto the Heweaters durante l

Giovanni Capriotti - The Haweaters

Associazione Aurea, scuola di fotografia, invita i propri soci il 17 luglio per un incontro con il fotografo Giovanni Capriotti: durante l

Giovanni Capriotti - The Haweaters

Associazione Aurea, entusiasta di quest’incontro con Giovanni Capriotti, invita i propri soci a partecipare e a condividere quest’esperienza unica, per confrontarsi sul tema della fotografia, le idee che la sorreggono e le spinte motivazionali che la muovono, grazie alle testimonianze di chi lavora in questo campo.

L’incontro avrà luogo martedì 17 Luglio ore 20.00, presso la sede di Associazione Aurea, scuola di fotografia, in Via Rodolfo Lanciani 15 – Roma.  Per l’occasione, Aurea vi aspetta con un aperitivo dalle ore 19.00

L’evento è gratuito e riservato ai soci

Per una migliore organizzazione, si chiede gentilmente agli interessati di confermare la propria presenza attraverso una mail all’indirizzo: info@assoaurea.it
Segui Associazione Aurea e l’evento Facebook per rimanere sempre aggiornato.

 

Giovanni Capriotti
E’ un fotografo e video maker indipendente con una passione per i progetti a lungo termine di natura socio culturale. Il suo lavoro ha come scopo quello di attirare la sua audience all’interno di storie intime e particolari che permettano a chi guarda di comprendere a fondo le diverse sfaccettature della vita e della condizione umana.
Oltre al suo lavoro di stampo documentaristico, Giovanni si occupa della produzione fotografica e video di un’importante università canadese, collabora con le maggiori testate e riviste del Canada, con una serie di importanti clienti editoriali internazionali e diverse ONG. Come ex alunno del programma di fotogiornalismo del Loyalist College, Giovanni vi ritorna spesso in qualità di istruttore e per le letture portfolio.
Il suo lavoro “Boys Will Be Boys“, sulla prima squadra di giocatori gay di Rugby in Canada, è stato riconosciuto dal World Press Photo 2017 vincendo il 1° premio nella categoria Sports (storie) e numerosi altri premi internazionali.
www.giovannicapriotti.com
www.giovannicapriotti.com/the-haweaters